"Continuate con fiducia questa opera,
attuando la cultura dell’incontro e della condivisione.
Certo, il vostro contributo
può sembrare una goccia nel mare del bisogno,
ma in realtà è prezioso!
Insieme a voi, altri si danno da fare,
e questo ingrossa il fiume che alimenta la speranza
di milioni di persone".

Papa Francesco


Durante l’anno vengono raccolti cibi non deperibili attraverso donazioni di privati, eccedenze della grande distribuzione, derrate da parte del Banco Alimentare. Tutto il cibo raccolto viene immagazzinato, selezionato e controllato. In seguito vengono composti “pacchi dono” in base alle esigenze dei nuclei famigliari e a loro distribuiti.


Progetti

  • Ripartiamo da uno

    Il progetto "Ripartiamo da uno" (in collaborazione con Croce Rossa Comitato locale di Varese e Associazizone S. Antonio) riparte dalle nostre esperienze originarie integrate con quelle acquisite dal Covid-19 per trovare soluzioni capaci di trasformare le risorse a disposizione, puntando sull'innovazione delle risposte e non solo sul loro efficientamento.
  • Il cibo con un click

    "Il cibo con un click" la piattaforma digitale per le donazioni, nasce dall'esperienza maturata nei recenti mesi di distanziamento sociale durante i quali abbiamo sperimentato l'utilizzo delle tecnologie digitali per dare supporto, calore e vicinanza alle famiglie/persone che si trovano in difficoltà economica.
  • Davanti il Prossimo

    Il progetto "Davanti il Prossimo" ha l'obiettivo di sviluppare la cultura del volontariato, in particolare tra i giovani, promuovere attività di recupero delle eccedenze, realizzare azioni di responsabilizzazione e di coinvolgimento attivo dei beneficiari finali oltre che rafforzare i legami di vicinanza e di supporto.
  • MENSAna

    L'obiettivo del progetto in corso di realizzazione, è quello di consolidare e incrementare l'attività di raccolta e di distribuzione delle eccedenze alimentari per fronteggiare la crescita della domanda in atto,  aumentare la consapevolezza dell'importanza di una alimentazione sana e equilibrata, modulare un nuovo modello organizzativo per la gestione efficiente degli alimenti.
  • “Time to care”

    Incontrare le persone nel bisogno per valutare le loro esigenze in modo particolare dal punto di vista alimentare al fine di preparare il pacco di aiuto più consono alle loro aspettative e nel rispetto delle loro patologie sanitarie.
  • Donacibo

    Una settimana di incontri e di raccolta in tutte le scuole del territorio agli inizi del periodo quaresimale.
  • Famiglie solidali

    Attraverso il Progetto Famiglie solidali, la famiglia si impegna a fare una spesa al mese per il Banco di Solidarietà. A tutti i donatori viene suggerito mensilmente un elenco di alimenti non deperibili che sono più necessari al Banco.
  • Adotta una famiglia

    Una vera e propria adozione a distanza di una famiglia bisognosa. La donazione di cibo viene fatta seguendo le esigenze particolari della famiglia adottata.