Banco Nonsolopane

Condividere il bisogno.
Scoprirsi amici.


La nostra attività è un’avventura continua. Nasce e cresce grazie al desiderio di andare incontro a chi vive nel bisogno, partendo dalla necessità più concreta: quella alimentare.

L’esperienza sul campo ci mostra che insieme al bisogno di cibo si esiste spesso anche un grande desiderio di rapporti umani autentici. Chi è nel bisogno infatti è più facilmente solo, triste, con poche speranze di cambiamento, e questo rende la sua situazione ancora più difficile.

Incontrare il bisogno concreto di tante persone abbracciandolo permette l’accadere di qualcosa di imprevisto. Volontari e persone in difficoltà riscoprono insieme la bellezza del dono e della gratitudine, dimensioni positive che vanno al di là delle necessità materiali.

Tutto nasce dalla dimensione particolare della condivisione nel nostro agire con altre esperienze dei banchi di Solidarietà esistenti. Il lavoro stesso che svolgiamo ha come scopo condividere il bisogno, incontrando le persone in difficoltà. Attraverso questa condivisione è possibile soddisfare molto più che la fame. Si condividono domande, difficoltà, attese, scoprendo una nuova profondità nel rapporto umano. Ci si scopre amici.


Lotta allo spreco con creatività e gusto


Come tutta la rete dei Banchi di Solidarietà, Nonsolopane è attivamente impegnata nella lotta allo spreco. Per questo, dal 2014 abbiamo iniziato a raccogliere frutta e verdura fresca, trasformandole poi in conserve che vengono distribuite alle famiglie bisognose, arricchendo il “pacco” tradizionale di bontà e genuinità.
Il nostro laboratorio di trasformazione alimentare è stato realizzato grazie all’aiuto di tanti soggetti, aziende, istituzioni pubbliche e semplici privati, e vede la partecipazione stabile di 20 volontari che producono annualmente circa 18.000 vasetti di marmellate e conserve.